Claro-Pizzo 2017: sarà ancora una dura battaglia per assicurarsi la vittoria

Comunicato stampa n. 2/2017

 

Claro-Pizzo 2017: sarà ancora una dura battaglia per assicurarsi la vittoria

La Claro-Pizzo cerca gli eredi di Antonella Confortola e Urban Zemmer, i vincitori dell’edizione 2016 della durissima corsa in salita la cui quarta edizione andrà in scena domenica prossima, 1.ottobre. E questa è già una notizia, perché le previsioni meteo anche quest’anno non sembrano voler favorire gli organizzatori, i quali hanno però confermato che la gara sarà disputata comunque, col percorso confermato nella sua integrità. Eventuali variazioni saranno decise dalla direzione di corsa nella notte tra sabato e domenica, in base alle condizioni meteo. L’obiettivo primario è portare tutti in vetta, tuttavia sarà data assoluta priorità alla tutela della salute e alla sicurezza dei partecipanti (atleti, soccorritori, collaboratori).

La Claro-Pizzo è una gara di per sé già durissima, ma in condizioni meteo sfavorevoli diventa addirittura proibitiva, soprattutto per quanto concerne la percorrenza dell’ultimo tratto, quello che dall’alpe di Peurett, passando dal laghetto di Canèe, sale fino alla vetta del Visagno, a quota 2727 metri sul livello del mare. Quest’anno tra l’altro sulla vetta sarà sistemata una baracca supplementare, preriscaldata, per accogliere gli atleti in caso di freddo intenso. L’ammissione dei concorrenti è stata come gli anni scorsi limitata a 200 iscrizioni. Assenti entrambi i vincitori dell’ultima edizione, ci sarà grande lotta per iscrivere nell’albo d’oro il primo della categoria maschile e femminile dell’edizione 2017.

Il cast dei partecipanti, a livello di atleti d’élite, lascia sperare anche stavolta in uno spettacolo emozionante: tra le donne si daranno battaglia l’italiana Camilla Magliano, vincitrice Red Bull K3 2017 e con altre vittorie in stagione, la danese Katrine Villumsen, 3° nel 2015 e nel 2016, con diverse vittorie di prestigio in varie skyrunning, e poi la nostra Denise Zimmermann, 2° nel 2014, ultra trailer affermata, con innumerevoli vittorie in carriera tra le quali quella del Tor des Gèants 2015. Curiosità attorno alla presenza dell’ex-ciclista inglese Emma Pooley, ora triatleta e sempre più affascinata dalle corse in montagna. Non da ultimo, da osservare anche la bellinzonese Susanna Serafini, sempre con le prime nelle recenti edizioni della gara.

Tra gli uomini il lotto dei pretendenti alla vittoria è ampio: il nome dell’elvetico Pascal Egli, vincitore dell’edizione 2015, 3° classificato ai recenti Mondiali di Skyrunning a Premana (I), con diverse vittorie in stagione, sicuramente fa parte della cerchia dei favoriti. Ci piace poi immaginare che lotterà sino all’ultimo per il successo anche il giovane ticinese Roberto Delorenzi, terzo l’anno scorso, campione mondiale giovanile 2017 di Skyrunning e vicecampione di “Vertical”, anche lui con all’attivo innumerevoli vittorie in stagione. Non sono escluse poi sorprese dell’ultima ora, con l’ingaggio di qualche nome di grido capace di nobilitare l’elenco dei partecipanti, tra i quali figurano parecchi italiani, svizzeri e ticinesi.

Come sempre, il cuore della manifestazione (che si avvale dell’aiuto di circa 120 collaboratori) batterà al campo sportivo “Al Ponte”, dove sono previste diverse animazioni e numerose interessanti manifestazioni di contorno all’interno del “villaggio” della gara, assicurata da un’ottantina di sponsor che garantiscono il budget di 40 mila franchi. Il “villaggio” sarà aperto tutto il giorno, la premiazione si svolgerà verso le 16.00. Sulla strada forestale che da Claro paese sale ai monti, il transito dei veicoli sarà limitato dalle 10.00 alle 16.00.

Giova ricordare che la novità del 2017 è il walking, pratica che permetterà di “familiarizzare” con la gara principale e si snoderà sul sentiero che da Claro conduce sul monte di Moncrino (850 m/sm), lungo la

prima tratta della corsa in salita, per 2,8 km e 570m di dislivello, ristoro all’arrivo e possibilità di scendere in paese con lo shuttle-bus fino al campo sportivo.

Per maggiori informazioni: www.claropizzo.ch.

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *