Una vertical race che mette i brividi

 277 partecipanti si contendono il successo. Si gareggia domenica 6 ottobre. Prevista anche una competizione di nordic walking

 

Chissà se Martin Anthamatten e Victoria Kreuzer, compagni nella vita, domenica 6 ottobre raggiugeranno la vetta del Pizzo di Claro tenendosi per mano… Entrambi i vallesani sono tra i partecipanti iscritti all’impegnativa vertical race che porta gli atleti a “scalare” oltre 2500 metri di dislivello tra il paese di Claro e la vetta del Visagno ed entrambi sono tra i favoriti della corsa, che Victoria ha vinto l’anno scorso stabilendo anche il record femminile della competizione. È difficile tuttavia che la coppia possa fare corsa in comune, dal momento che per vincere nella categoria maschile occorrerà stare attorno all’ora e 35 minuti di corsa, mentre in quella femminile scendere di poco sotto le due ore potrebbe bastare.

Per chi non conosce l’impervia salita che porta al Pizzo di Claro può risultare difficile anche comprendere cosa significhi “volare” dai 250 metri del piano ai 2750 m. della vetta in meno di due ore: impresa impossibile per i comuni mortali, che riesce per contro ad un manipolo di atleti fenomenali, scoiattoli che si esaltano sui sentieri sterrati che s’inerpicano lungo la montagna.

Sono poco meno di 280 gli atleti ammessi alla corsa, con i posti – limitati – che sono andati esaurendosi in soli cinque giorni a conferma dell’interesse che la competizione riscontra non solo in Ticino, ma anche nel resto della Svizzera e all’estero. Per la classifica maschile, un occhio di riguardo dovrà essere riservato anche a Roberto Delorenzi, specialista ticinese delle corse in montagna e grande protagonista delle categorie giovanili a livello europeo, esattamente come a suo fratello Marco, pure presente con nutrite ambizioni. Il canobbino Cristian Minoggio, il marocchino Elazzaoui Elhousine e l’atleta di Klosters Nico Dalcolmo completano il quadro dei favoriti.

Tra le donne, detto di Victoria Kreuzer, segnaliamo in lotta per il podio anche l’altra vallesana Amélie Bertschy, Emma Pooley di Hausen am Albis e la bellinzonese Susanna Serafini.

Unitamente alla vertical race si svolgerà anche una gara di walking su un tracciato evidentemente più corto e adatto a tutti tra Claro e Moncrino, alla quale per intanto sono iscritti un centinaio di partecipanti. Le iscrizioni per questa competizione sono ancora aperte.

Gli organizzatori quest’anno segnalano un nuovo percorso di discesa sulla tratta Pizzo-Lago di Canèe per evitare l’incrocio tra gli atleti ancora in gara e coloro che scendono dopo aver raggiunto il traguardo.

Come sempre, l’area dei festeggiamenti e della premiazione sarà presso il campo sportivo di Claro, ma ci saranno punti di ritrovo e di festa anche sui monti di Moncrino e di Benzo. La macchina organizzativa si avvale di oltre un centinaio di collaboratori che assicureranno segnalazioni, trasporti, sicurezza, ristoro e comunicazione in vari punti lungo il tracciato. Si invita il pubblico a tenere i cani al guinzaglio e ad osservare le disposizioni della polizia e degli addetti alla sicurezza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *